DOVER/advice for a weekend/consigli

Dover: galleria fotografica. 

Dover

Ho scattato personalmente le foto presenti nel sito, tranne quelle in cui ho indicato l’autore, o la fonte, dentro parentesi. I contenuti e le immagini, pubblicate su questo sito, sono di mia proprietà e non si possono copiare, ai sensi della legge sul copyright.

 

 

 

DOVER.

Si trova nella contea del Kent, a sud est di Londra e dell’Inghilterra, sullo stretto omonimo e vicino alle famose Bianche Scogliere di Dover. Il nome di Dover ha origine dal fiume Dour.

Bianche scogliere di Dover (immagine trovata in internet)

Lo stemma di Dover rappresenta tre leoni stilizzati ognuno unito con la poppa di una nave; lo scudo è sorretto da due cavallucci marini, che indossano una corona e brandiscono una spada, segno dell’importanza storica della città per la difesa dell’isola. La cittadina dista circa 73 miglia (117 Km) da Londra. Ha una popolazione di circa 28.000 abitanti e il suo porto è uno dei più importanti dell’Inghilterra. Dover è stata fondata nel 2.000 a.C. circa. Molte navi, durante l’Età del Bronzo, si avventuravano nel porto di Dover con l’intento di oltrepassare il canale. Nel 1992 infatti è stata trovata, nei pressi, la nave più antica del mondo, oggi esposta al museo di Dover.

Museo di Dover, resti della nave più antica del mondo (immagine trovata in internet)

 

La mia esperienza.

Ho già spiegato qui il motivo per cui negli articoli relativi al viaggio in Inghilterra, ho inserito diverse foto non mie ma scaricate da internet. Potete leggerlo sotto il paragrafo che descrive Londra, dove parlo della mia esperienza. Prima di giungere a Dover ho acquistato, come al solito online, alcune buone guide e una mappa, che descrivono i luoghi, le tradizioni, i locali più in voga, i numeri telefonici da tener presente, i percorsi turistici, ecc. Questi sono i link: InghilterraGran Bretagna DA SCOPRIREGran Bretagna Carta stradale e turistica.

E se volete spedizioni veloci, accesso alle Offerte speciali di Amazon e allo spazio illimitato di archiviazione per le foto, potete iscrivervi e ordinare i vostri prodotti da qui.

Troverete alcuni consigli, in fondo alla pagina, su dove acquistare online gadgets simpatici, come magliette, cappellini, copricuscini, tappetini per il mouse, ed altro ancora, con le immagini del luogo, ad ottimi prezzi. Potrete chiedere di stampare sugli oggetti, che più gradite, le immagini dei luoghi da voi riprese. Diventerà così un pezzo unico e un’idea originale per un regalo o un ricordo da tenere a casa. Io ho usufruito del servizio e sono rimasta molto soddisfatta.

Sono partita da Londra, dove alloggiavo, con un treno diretto. Fortunatamente il sole tiepido inglese di fine giugno mi ha permesso di scegliere un abbigliamento a cipolla senza dovermi preoccupare di portare dietro l’ombrello. Ho infilato sulle spalle il mio zainetto, con i viveri, e sono salita sul treno dalla stazione Kings Cross St. Pancras, la più vicina al mio Hotel. Ho impiegato circa un’ora per giungere a destinazione. I biglietti possono essere acquistati in loco, presso le macchine automatiche, oppure online. Il costo è di circa 47 euro, andata e ritorno. Il viaggio di ritorno è durato un pò di più, un’ora e mezza circa, perchè ho dovuto attendere per un cambio treno.

Parco delle scogliere.

Arrivata a Dover, per prima cosa ho dato sfogo al mio incontenibile desiderio di vedere finalmente le famose Bianche Scogliere. Questo desiderio ha antiche origini in me. Risale al periodo in cui frequentavo le scuole medie. La mia professoressa di inglese, illustrando con tanta passione i versi dei poeti che decantavano le bianche scogliere, è stata capace di svegliare la mia immaginazione e di suscitare in me una grande curiosità.

Bianche Scogliere di Dover (immagine trovata in internet)

Dalla stazione degli autobus ho preso il numero 15 che mi ha portata al Parco delle scogliere. Al Gateway Visitor Center, ingresso al bellissimo parco (riserva naturale), si può scegliere se proseguire a piedi o in auto.  L’ingresso è gratuito, per chi prosegue a piedi. Sono circa otto chilometri di costa da ammirare ma sarebbe meglio percorrerli a piedi per poter godere pienamente dello splendore di queste terre e dei deliziosi scorci paesaggistici che custodiscono. Il percorso è facile, infatti è frequentato anche da persone di età avanzata.

Ingresso al parco delle Scogliere di Dover (immagine trovata in internet)
Scogliere di Dover (immagine trovata in internet)

Le scogliere sono composte in prevalenza di calcare e si sono formate circa 136 milioni di anni fa. Raggiungono un’altezza massima di 105 metri. Purtroppo sono soggette al fenomeno naturale dell’erosione per cui i visitatori, per sicurezza, devono rimanere ad una distanza di almeno cinque metri dal precipizio. Però ne è valsa davvero la pena giungere fin lì. Il paesaggio è da togliere il fiato per la bellezza generata dal contrasto dei colori della natura incontaminata. Prati immensi di colore verde smeraldo si distendono sopra la scogliera che è di un bianco abbagliante in contrasto con l’azzurro intenso del cielo e le diverse sfumature azzurrognole-verdastre del mare. Ci si sente cullati dai suoni dolci e rasserenanti della natura, il canto dei gabbiani e l’infrangersi delle onde del mare. E’ il luogo ideale da prediligere per una lunga vacanza estiva rigenerante, dedita al relax.

 

Faro (immagine trovata in internet)

Proseguendo il sentiero lungo la scogliera si giunge al bianchissimo South Foreland Lighthouse, il vecchio faro di Dover. L’ingresso è a pagamento. Salendo sul faro potrete usufruire di una visuale privilegiata. Avrete una veduta mozzafiato della estesa scogliera, del porto, del canale della Manica e se non c’è foschia potrete ammirare anche la costa francese in lontananza. La camminata è lunga ma non è impegnativa, occorrono solo scarpe comode, meglio se da trekking, una cartina e una bottiglietta d’acqua. La cartina del parco ve la forniscono all’entrata. Ne vale la pena soprattutto se volete scattare delle foto ricordo paesaggistiche molto accattivanti. E’ uno spettacolo unico al mondo.

Faro (immagine trovata in internet)

Il porto.

Fin dai tempi più antichi è di importanza cruciale per la città. E’ uno dei porti più importanti e affollati di tutto il Regno Unito. E’ anche uno dei più trafficati d’Europa. Offre collegamenti sia dal punto di vista commerciale che turistico. E’ un crocevia di persone provenienti da ogni luogo del mondo. Ospita anche navi da crociera sia in estate che in autunno. Alle spalle del porto si trova la cittadina di Dover.

Porto (immagine trovata in internet)
Porto (immagine trovata in internet)

Il centro storico.

Dover è un gioiellino di cittadina, dal carattere tipicamente inglese. È una meta marina piacevole da raggiungere nel weekend, meglio se in estate o in primavera quando le giornate sono un po’ più lunghe e soleggiate. E’ una città a misura d’uomo, ricca di negozi dove poter fare shopping e pub. Non mancano cafè e ristoranti di pesce dove poter gustare le specialità del luogo e trascorrere la serata. Le case in tipico stile inglese, poste al di sotto delle scogliere bianche di gesso, donano un particolare fascino a tutta la città offrendo originali scorci paesaggistici agli artisti: fotografi, pittori e poeti.

Case in tipico stile inglese costruite ai piedi delle scogliere (immagine trovata in internet)

Se avrete l’occasione di fare una passeggiata in città, in Cannon Street troverete tanti bei negozietti di souvenir e più precisamente al Curiosity of Dover troverete souvenir davvero originali che non si trovano da altre parti.

Cannon Street, centro cittadino (immagine trovata in internet)

Il Kent è famoso per la produzione del luppolo e per questo motivo le birre locali sono famose per la loro bontà. Peccato che la birra a me non piace e quindi non l’ho assaggiata, dunque lascio a voi il piacere di farlo. Voi amanti della birra, quando l’assaggerete, fatemi sapere, attraverso la sezione commenti di questo articolo, se è davvero così buona come dicono!

In città si possono trovare diversi pub piuttosto economici. Si può visitare anche il Museo dove si trova la Dover Bronze Age Boat, imbarcazione che risale al 1550 A.C. (foto pubblicata ad inizio articolo). Inoltre ci si può rilassare con una tranquilla passeggiata sul lungomare del porto.

Museo di Dover.

Nel centro della città,  a Market Square, si trova lo storico Dover Museum, uno dei dei più antichi della contea di Kent. E’ stato costruito nel 1836 ed è una delle principali attrazioni turistiche del paese. Entrando potrete ripercorrere la storia di Dover. Al piano terra troverete la storia di Dover dall’età della pietra ai Sassoni. Al primo piano, invece, ogni anno vi è una mostra diversa. Ai piani superiori potrete ammirare alcuni plastici-modelli in scala del  porto di Dover fino al Medioevo. Inoltre troverete la famosa imbarcazione appartenente all’età del bronzo, Dover Bronze Age Boat, che è stata scoperta a Dover ed ha una rilevanza internazionale perché è la più antica imbarcazione al mondo.

Dover Museum, a Market Square, piazza nel centro cittadino (immagine trovata in internet)

Orari di apertura del Museo:

Dal Lunedì al Sabato dalle 9.30 alle 17.00
La Domenica da Aprile a Settembre dalle 10.00 alle 15.00
Chiuso le Domeniche da Ottobre a Marzo
Chiuso il 25 e 26 Dicembre e il 1 Gennaio

Painted House.

Nel 43 d.C., l’imperatore romano Claudio invade la Britannia e Dover, cittadina allora chiamata Portus Dubris. Per la sua posizione strategica, sullo stretto che collega l’Isola all’Europa, viene eletta la più grande base navale romana dell’isola. Durante l’invasione romana avvengono diversi cambiamenti: vengono edificati nuovi villaggi, si costruiscono strade, terme, teatri, mercati e chiese. La Painted House (casa dipinta) è l’abitazione dell’epoca meglio conservata dell’isola e si trova nel centro cittadino.

Painted House (immagine trovata in internet)
Painted House (foto trovata in internet)

Il Castello di Dover (Dover Castle).

Un grande Castello medievale domina, dall’alto di un colle, la cittadina. Si può raggiungere tranquillamente a piedi dal centro storico, imboccando “Castle Street” e una volta arrivati al piazzale antistante il castello, si può acquistare il biglietto per visitarlo. Un luogo unico, spesso usato come set cinematografico, dove è possibile immergersi in oltre 2000 anni di storia. Il Dover Castle è uno dei più importanti castelli medievali presenti nel Regno Unito. Si affaccia sullo stretto di Dover, con vista sulla vicina costa francese.
Castello di Dover, ingresso (immagine trovata in internet)
Venne costruito nel 1180 per volere di Re Enrico II ed oggi è visitabile in tutto il suo splendore. L’ingresso è a pagamento. Sono entrata ad ammirare le stanze reali, dove sono state ricreate delle vere e proprie rappresentazioni sceniche con costumi dell’epoca che rendono la visita ancora più suggestiva. E’ una vera e propria fortezza e si può usufruire di una veduta panoramica meravigliosa perchè il castello vanta una posizione strategica direttamente sopra le scogliere. Tra le tante foto scattate e che sfortunatamente per la maggior parte ho perso nel rientro in Italia, per fortuna mi è rimasta quella scattata dal belvedere del castello. In lontananza, se non ci fosse stata foschia, si sarebbero potute scorgere le coste della Francia.
Castello di Dover, veduta dalla città (immagine trovata in internet)
Castello di Dover (immagine trovata in internet)
Visuale panoramica dal Castello di Dover (immagine trovata in internet)
Visuale panoramica del Canale di Dover, dal belvedere del Castello. In lontananza, quando non c’è foschia, si possono scorgere le coste francesi

Il castello di Dover è il monumento più importante della città. Vicino al castello si trova la chiesa di St. Mary in Castro che risale al X secolo.

Chiesa di St. Mary in Castro (immagine trovata in internet)
Chiesa di St. Mary in Castro (immagine trovata in internet)
Chiesa di St. Mary in Castro (immagine trovata in internet)

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*