LONDON/advice for a holiday week/consigli

London: galleria fotografica. 

Ho scattato personalmente le foto presenti nel sito, tranne quelle in cui ho indicato l’autore, o la fonte, dentro parentesi. I contenuti e le immagini, pubblicate su questo sito, sono di mia proprietà e non si possono copiare, ai sensi della legge sul copyright.                                     

London-Buckingham Palace (foto trovata in internet)

LONDRA.

Capitale e maggiore città dell’Inghilterra e del Regno Unito. Ospita circa 8.615.000 abitanti. Sorge nella parte meridionale della Gran Bretagna ed è divisa in due dal fiume Tamigi. E’ la città con la superficie più estesa d’Europa, seguita da Roma e Berlino. E’ una moderna grande metropoli che convive felicemente con i quartieri antichi e le tradizioni popolari. La popolazione multietnica fa rilevare una dimensione davvero internazionale della città. Rappresenta il centro dell’economia mondiale. E’ ricca di arte e cultura, paradiso dei collezionisti. 

Buckingham-Palace (foto trovata in internet)
Buckingham Palace e auto d'epoca
Buckingham Palace e auto d’epoca-vintage car

La mia esperienza.

Innanzitutto vorrei chiarire che in questo articolo ho pubblicato, per la maggior parte, foto scaricate da internet, perchè purtroppo, tornando in Italia, ho perso la scheda che conteneva la maggior parte delle foto che avevo scattato. Avevo fatto degli scatti originali, per le strade di Londra, che descrivevano i luoghi, la vita quotidiana e le abitudini degli abitanti multietnici. Quando mi sono accorta di aver perso tutto, disperazione assoluta! Però ho una memoria fantastica e la splendida vacanza è stampata nella mia mente. Perciò sono in grado, comunque, di raccontarvi tutto.

Vi consiglio di munirvi di un manuale di lingua inglese (Easy english. Parlare e comprendere facilmente l’inglese nella vita di tutti i giorni. Con CD Audio), a meno che non parliate già molto bene la lingua. Vi aiuterà a non sentirvi completamente spaesati nel momento del bisogno. Inoltre, è conveniente acquistare una guida su Londra (Londra. Con cartina) ed una mappa completa della città (Londra 1:15 000). Vi illustreranno, in modo più ampio, sotto diversi aspetti, i luoghi che potreste visitare, la storia, le tradizioni locali, gli indirizzi utili, ed altro ancora.

E per spedizioni veloci, accesso alle Offerte speciali di Amazon e allo spazio illimitato di archiviazione per le foto, potete iscrivervi e ordinare i vostri prodotti qui.

Troverete alcuni consigli, in fondo alla pagina, su dove acquistare online gadgets simpatici, come magliette, cappellini, copricuscini, tappetini per il mouse, ed altro ancora, con le immagini del luogo, ad ottimi prezzi. Potrete chiedere di stampare sugli oggetti, che più gradite, le immagini dei luoghi da voi riprese. Diventerà così un pezzo unico e un’idea originale per un regalo o un ricordo da tenere a casa. Io ho usufruito del servizio e sono rimasta molto contenta.

cambio della guardia a Buckingam Palace
cambio della guardia-change guard-Buckingam Palace (foto trovata in internet)

Clima

Ho visitato questa città a fine giugno. Ho lasciato il caldo sole estivo italiano per abbracciare le temperature più rigide dell’Inghilterra. Sono partita dall’Italia con un top estivo senza maniche, e sono approdata in terra inglese indossando abiti autunnali. Per fortuna la pioggia non è stata così frequente come mi avevano prospettato gli amici italiani. Quindi ho avuto tutto il tempo di girare per la città senza dovermi preoccupare di aprire l’ombrello.

Mezzi di trasporto e alloggio.

Sono partita dall’Italia con la compagnia Ryanair. Ho prenotato il volo online, Roma Ciampino-Londra Stansted, sei mesi prima della partenza. Così ho pagato “andata e ritorno” solo 60 euro, all’incirca. Per sapere come sono arrivata all’aeroporto di Roma, potete consultare l’articolo che ho pubblicato sull’esperienza di viaggio per Valladolid. Al paragrafo “Mezzi di trasporto” ho spiegato già tutto. Il volo diretto è durato due ore e cinquanta minuti.

L’aeroporto di Londra Stansted dista circa 60 km da Londra. Con il treno diretto Stansted Express, si può arrivare in circa 45 minuti alla fermata London Liverpool Street che si trova nel centro di Londra. I prezzi si aggirano intorno alle 21 sterline. Da lì si prende la metropolitana per spostarsi.

dining room-sala da pranzo-Buckingham Palace (foto trovata in internet)
dining room-sala da pranzo-Buckingham Palace (foto trovata in internet)
Westminster Palace-Palazzo di Westminter
Westminster Palace and Westminster bridge on the Thames river-Palazzo di Westminter e ponte di Westminster sul fiume Tamigi (foto trovata in internet)
Westminster Palace
Westminster Palace

I collegamenti per la città sono garantiti anche dagli autobus, di differenti compagnie (Terravision, National Express, Easybus), che in circa un’ora e mezza vi trasportano nel centro di Londra. Io ho preso Terravision e sono scesa alla King’s Cross St. Pancras Station, perchè il mio hotel era nelle vicinanze, nel cuore della città. Per evitare inutili perdite di tempo, conviene prenotare il biglietto online, anche perchè si risparmia. E’ consigliato prenotare una corsa che parta almeno 40 minuti dopo l’arrivo previsto dell’aereo o arrivi almeno 2 ore prima della partenza dell’aereo. I costi si aggirano dalle 2 sterline, se prenotate molto tempo prima con Easybus, alle £10.

Ho preferito raggiungere l’hotel con la metropolitana. Sono entrata alla stazione metro King’s Cross St. Pancras, ho preso la linea verde (District Line)  e sono uscita a Tottenham Court Road, vicinissima al mio alloggio. L’hotel è in una posizione comodissima per visitare le principali attrazioni della città. Si trova nei pressi del British Museum e del quartiere di Covent Garden, salotto d’intrattenimento e centro dello shopping londinese.  Qui in basso vi inserisco alcuni utili link-immagine per cercare hotel a prezzi ottimi.

 

 

Londra Image Banner 728 x 90

 

St Stephen's Entrance at the Houses of Parliament in the Palace of Westminster
St Stephen’s Entrance at the Houses of Parliament in the Palace of Westminster-ingresso di St. Stephens, Casa del Parlamento, Palazzo di Westminster

Metropolitana.

Per prima cosa conviene acquistare una mappa (Mappa Della Metropolitana Incluso), per programmare i percorsi da seguire. Il sistema metropolitano è suddiviso in sei zone. La prima e la seconda zona sono nel centro della città. Si possono acquistare biglietti (travelcard, cartacea) giornalieri o per una singola corsa. Le tariffe variano a seconda della zona metropolitana in cui ci si muove. Vanno inseriti nell’apposita macchinetta elettronica che apre la barriera per entrare nella stazione metro. Si inserisce sia in entrata che in uscita, se il biglietto è giornaliero. Per la corsa singola, il biglietto viene trattenuto dalla macchinetta.

London Eye-Occhio di Londra ovvero Ruota panoramica (foto trovata in internet)
London Eye (ruota panoramica), Big Ben e Westminster Bridge – (foto trovata in internet)
Green Park (foto trovata in internet)
Green Park-scoiattoli prendono noccioline dalle mani dei passanti (foto trovata in internet)
Green Park-scoiattoli prendono noccioline dalle mie mani
scoiattoli al Green Park
scoiattoli al Green Park (foto trovata in internet)
anatre al Green Park
anatre al Green Park
pellicano a Green Park
pellicani al Green Park (foto trovata in internet)

Poi c’è anche la possibilità di fare un abbonamento con carta di credito prepagata: la Oyster card, smart card di plastica. Per l’accesso alla metro, basta solo avvicinarla ai sensori (di colore giallo o rosa) collocati all’entrata e all’uscita. Si può acquistare in tutte le stazioni della metropolitana e nei negozi abilitati. E’ possibile ordinarla anche online e riceverla direttamente a casa. Per acquistarla dovrete pagare una cauzione rimborsabile di £5. La carta è vitalizia e non nominale, il che significa che se un vostro amico decide di fare un viaggio a Londra potrete tranquillamente prestargli la vostra. L’abbonamento minimo che potete fare è quello settimanale.

St. James Park-laghetto
St. James Park-laghetto (foto trovata in internet)
London Tower
London Tower (foto trovata in internet)
guardiano della Torre di Londra-guardian of the London Tower
corvi nella Torre di Londra
corvi portafortuna-Torre di Londra-lucky crows-London Tower
Tower Bridge
Tower Bridge (foto trovata in internet)
Millennium Bridge e sullo sfondo St. Paul's Cathedral
Millennium Bridge e sullo sfondo la cupola della St. Paul’s Cathedral
Tate Modern Museum
Tate Modern Museum e Millennium Bridge (foto trovata in internet)

Le linee della metro si distinguono per il nome assegnatogli ed il colore:

Londra conta ben 12 linee della metro:

  • Circle Line – Gialla
  • District Line – Verde
  • Central Line – Rossa
  • Northern Line – Nera
  • Piccadilly Line – Blu
  • Bakerloo Line – Marrone
  • Victoria Line – Azzurra
  • Waterloo & City – Turchese
  • Hammersmith & City – Rosa
  • Jubilee Line – Argento
  • Metropolitan Line – Viola
  • East London – Arancione
St. Paul’s Cathedral e Millennium Bridge (foto trovata in internet)

Gli orari di apertura vanno dalle 5-5.30 (la domenica dalle 6.30-7.30), mentre l’ultimo treno parte alle 23.30.

Come si prende la linea giusta per arrivare a destinazione? In ogni accesso c’è una grande mappa che indica tutte le linee. Serve per controllare il punto in cui ci si trova e cercare la linea da prendere per giungere alla meta. All’altezza dei corridoi che portano ai treni, troverete anche le cartine relative alle singole linee metropolitane.

St. Paul’s Cathedral (foto trovata in internet)
St. Paul's Cathedral
St. Paul’s Cathedral (foto trovata in internet)

La cosa fondamentale è fare attenzione al capolinea, altrimenti si rischia di andare verso il lato opposto di Londra! La metro più semplice è la Circle Line, quella gialla, perchè è circolare quindi non si può sbagliare: se si deve raggiungere una località, che prevede una fermata su questa linea, appena la metro passa si sale a bordo, senza preoccupazioni!

Per le altre linee metropolitane di London, controllate la mappa, il capolinea e le eventuali coincidenze.

St. Paul Cathedral
St. Paul’s Cathedral (foto trovata in internet)
St. Paul Cathedral
St. Paul’s Cathedral (foto trovata in internet)
St. Paul's Cathedral
St. Paul’s Cathedral (foto trovata in internet)
interno della cupola della St. Paul's Cathedral
interno della cupola della St. Paul’s Cathedral (foto trovata in internet)
Trafalgar Square
Trafalgar Square-statue dei Leoni e sullo sfondo la National Gallery (foto trovata in internet)
Piccadilly Circus
Piccadilly Circus (foto trovata in internet)
Underground-Piccadilly Circus station
Underground-Piccadilly Circus station (foto trovata in internet)
magazzini Harrods
magazzini Harrods (foto trovata in internet)
Portobello Road-mercatino di Portobello
Portobello Road-mercatino di Portobello (foto trovata in internet)
Camden-mercatini
Camden Town-quartiere dei mercatini (foto trovata in internet)
grattacielo-Canary Wharf
grattacielo-Canary Wharf-London (foto trovata in internet)
City
The City-quartiere della City con i famosi grattacieli-sullo sfondo, a destra, i grattacieli del quartiere rivaleggiante Canary Wharf (foto trovata in internet)

Buckingum Palace e i parchi.

Il primo giorno a Londra, come prima meta da visitare ho scelto Buckingum Palace. Dal mio Hotel ho preso la metropolitana alla fermata Tottenham Court Road, Victoria Line – linea azzurra, e sono scesa alla fermata Victoria. Da lì ho proseguito a piedi per St. James Park, popolato da scoiattoli e altri animali, e Buckingum Palace.  Alle 11:30 c’ è il cambio della guardia, ma bisogna prendere posto almeno mezz’ora prima, se si vuole essere in prima fila davanti alla folla che si accalca! Vi inserisco, qui di seguito, uno stralcio della mappa metropolitana, zona centrale della città.

stralcio della metropolitana di Londra, zona centrale

I parchi verdi principali si trovano nei paraggi del Palazzo Reale. Sono enormi e ospitano diverse specie di animali, tra cui scoiattoli che, senza alcun timore, si avvicinano alle persone per cercare cibo. Anche io ho potuto fare l’emozionante esperienza di consegnare noccioline americane direttamente nelle zampette di questi simpatici roditori. Inoltre ci si può imbattere, con incontri molto ravvicinati, in splendidi pellicani, cigni e anatre variopinte.

All’interno di Londra funzionano molto bene anche i collegamenti con gli autobus. Ne passa uno ogni 5 minuti. Vi inserisco di seguito anche una mappa dei percorsi autobus.

mappa autobus di Londra
mappa autobus di Londra

London Eye, Big Ben, Westminster Palace, Piccadilly Circus, Trafalgar Square.

Subito dopo, nello stesso giorno, ho raggiunto comodamente a piedi la ruota panoramica di Londra (London Eye). Permette di dare un primo sguardo d’ insieme alla City e di ammirare il Big Ben. Il giro sulla ruota dura circa mezz’ora. Scesa dalla ruota mi sono diretta al vicino Big Ben, attraversando il Westminster Bridge. Esso fa parte del Palazzo del Parlamento, Westminster. In seguito, mi sono diretta verso una delle icone della capitale, il Piccadilly Circus, utilizzando gli autobus (che passano per Trafalgar Square). In Trafalgar Square sono entrata nella National Gallery che ospita una ricca collezione composta da più di 2.300 dipinti di varie epoche, dalla metà del XII secolo al secolo scorso. Per passare la serata infine ho scelto le bancherelle e i locali di Covent Garden, vicino al mio hotel.

Cattedrale di St. Paul, Millennium Bridge, Tate Modern, Tower of London, Tower Bridge, Soho.

Il secondo giorno ho raggiunto la Cattedrale di St. Paul. Ho preso la metro, Northern Line – linea Nera,  alla fermata vicina al mio Hotel, Leicester Square, e sono scesa alla stazione Embankment. Lì ho cambiato linea, Circle Line – linea Gialla, e sono scesa alla fermata Blackfriars. Ho raggiunto, poi, a piedi, la Cattedrale di St. Paul e ho visitato l’interno fastosamente decorato.  In seguito mi sono diretta verso il vicino Millennium Bridge e ho raggiunto in 15 minuti il famoso Museo di arte moderna, Tate Modern.

E’ aperto dalla domenica al giovedì dalle 10 alle 18, mentre il venerdì e il sabato chiude alle 22. La galleria chiude dal 24 al 26 dicembre e l’ingresso è gratuito, mentre le mostre principali sono a pagamento. Attraversandoo, poi di nuovo, il Millennium Bridge, mi son fatta scattare una foto con lo sfondo della cupola della Cattedrale di St. Paul. La vista della cupola dal ponte è spettacolare. Gli amanti del grande Shakespeare, possono visitare anche il vicino Globe Theatre.

Poco distante, nei pressi del London Bridge, si può visitare il Borough Market, il più importante mercato alimentare di Londra che ospita bancarelle di frutta e verdura esotica e numerose varietà di cibi. Io non ho avuto il tempo di farlo.

Alla fine, mi sono diretta, a piedi, verso la vicina Tower of London e il Tower Bridge (entrambi sono simboli storici di Londra). Nella Tower of London si può visitare il museo dei Gioielli della Corona. All’interno dei cortili della torre si aggirano i Guardiani e i figuranti in abiti d’epoca che regalano pose fotografiche ai turisti di passaggio. La Torre è affollata da grossi corvi neri. C’è una leggenda che li riguarda e che dice: “Quando i corvi lasceranno la Torre, essa cadrà insieme al Regno…”.

Durante il regno di Carlo II, l’astronomo John Flamsteed quasi convinse il re a mandare via i corvi che, a suo dire, disturbavano le osservazioni stellari dalla White Tower; ma evidentemente il re non se la sentì e piuttosto preferì spostare l’astronomo ed il suo osservatorio a Greenwich. I corvi vengono curati dal Raven Master, il quale si occupa anche della loro dieta e si assicura che conducano una vita sana e più lunga rispetto ai corvi selvatici (il corvo più longevo è vissuto per ben 44 anni!). Evitate di dare loro del cibo e non vi avvicinate troppo: potrebbero scambiarvi per invasori ed attaccarvi!

Passeggiando lungo il Tamigi, in serata ho raggiunto il quartiere di Soho, che ospita numerosi locali interessanti.

British Museum e Harrod’s.

Il terzo giorno ho visitato il British Museum che era vicinissimo al mio Hotel. E poi, mi sono dedicata alle passeggiate nel centro dello shopping, zona Piccadilly, Oxford Circus, Regent Street, Oxford Street e Carnaby Street. Ho fatto un salto anche ai famosi Grandi Magazzini Harrod’s. Sono enormi e i prodotti sono di alta qualità e piuttosto costosi.

Portobello Road, Camden, Kew Gardens.

Il quarto giorno l’ho dedicato allo shopping nel famoso mercatino di Portobello Road. Si raggiunge dalla fermata omonima, nel quartiere di Notting Hill. Molto caratteristica è la colorazione molto vivace delle case del quartiere. Si può trovare di tutto, dall’antiquariato, ai souvenir, agli abiti e il cibo da strada. Io ho acquistato alcuni ricordini simpatici da riportare in Italia. Il quartiere ospita anche molti pub caratteristici molto frequentati la sera. Alle 23 scatta il coprifuoco per quanto riguarda la vendita degli alcolici.

Alla fermata di Camden Town, sulla Northern Line (linea nera), troverete l’ omonimo mercato che vanta circa 10 milioni di visitatori l’anno; qui potrete incontrare grandi varietà di articoli, e sarà inoltre possibile mangiare bene spendendo poco presso le numerose bancarelle alimentari.

E’ possibile passeggiare anche presso i Kew Gardens, giardini pubblici tra i più belli del mondo con circa 44 mila tipi di piante: consistono in un esteso complesso di serre e giardini, in zona 4, e fanno parte del patrimonio UNESCO dal 2003.

Nei giorni rimanenti, ho visitato alcune località famose, vicine a London.

mappa dei luoghi - Inghilterra del Sud-Est
mappa dei luoghi – Inghilterra del Sud-Est

Le ho raggiunte con il treno: la residenza Reale estiva a Brighton, la città di Dover, la cattedrale  di Canterbury.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*