SALAMANCA/advice for a weekend/consigli

Salamanca: galleria fotografica.

Ho scattato personalmente le foto presenti nel sito, tranne quelle in cui ho indicato l’autore, o la fonte, dentro parentesi. I contenuti e le immagini, pubblicate su questo sito, sono di mia proprietà e non si possono copiare, ai sensi della legge sul copyright.

mappa dei luoghi - Spagna del nord-ovest
mappa dei luoghi – Spagna del nord-ovest

SALAMANCA 

(in latino Salmantica)

capoluogo della provincia omonima. Si trova nella Comunità Autonoma di Castilla y León nell’altopiano della meseta settentrionale. È stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO nel 1988.

La mia esperienza 

Innanzitutto, a meno che non conosciate molto bene la lingua spagnola, vi suggerisco di munirvi di un manuale tascabile. Vi aiuterà a non sentirvi completamente spaesati nel momento del bisogno. Inoltre sarebbe opportuno anche acquistare una guida su Salamanca e una mappa (mappa). Vi illustreranno, sotto diversi aspetti, i luoghi che potreste visitare, le tradizioni locali, ed altro ancora. In fondo all’articolo vi ho inserito alcuni ottimi consigli.

E per spedizioni veloci, accesso alle Offerte speciali di Amazon e allo spazio illimitato di archiviazione per le foto, potete iscrivervi e ordinare i vostri prodotti qui.

Troverete anche alcuni consigli, in fondo alla pagina, su dove acquistare online gadgets simpatici, come magliette, cappellini, copricuscini, tappetini per il mouse, ed altro ancora, con le immagini del luogo, ad ottimi prezzi. Potrete chiedere di stampare sugli oggetti, che più gradite, le immagini dei luoghi da voi riprese. Diventerà così un pezzo unico e un’idea originale per un regalo o un ricordo da tenere a casa. Io ho usufruito del servizio e sono rimasta molto contenta.

Alloggio e mezzi pubblici

I mezzi pubblici funzionano benissimo in Spagna. Sono arrivata a Salamanca partendo con la linea Avanzabus da Valladolid, dove alloggiavo.  Abbiamo impiegato circa un’ora e mezza per giungere a destinazione. Facendo il biglietto “Ida y Vuelta” (andata e ritorno) si risparmia. Il costo non è eccessivo, circa 12 euro. Il biglietto si può fare tranquillamente online sul sito della compagnia, http://www.venta.avanzabus.com/compra/busqueda.jsp. La stazione degli autobus non è lontana dal centro di Salamanca che si può raggiungere a piedi in circa 15 minuti.

Il centro storico e l’Università

Salamanca è una città a misura d’uomo dove si respira un forte clima universitario. Infatti è sede dell’Università più antica della Spagna, molto rinomata. Il centro storico è pieno di locali e di gioventù giunta appositamente, dai luoghi più disparati della Spagna e dell’Europa, per studiare. Possiede una grande scenografica piazza, Plaza Mayor, piena di bar, ristoranti e negozi.

Sulla facciata dell’Università, ricca di decorazioni, che si trova nel centro storico, non lontano dalla splendida Cattedrale, si trova un teschio con una piccola rana portafortuna; si narra che la persona che riuscirà a vederla, senza seguire precise indicazioni, avrà successo nella vita. Dunque, non sarò certo io a privarvi della gioia di scoprire, da soli, dove è collocata!

Museo dell’art nouveau e parco

Salamanca ospita il museo dell’art nouveau, http://www.museocasalis.org/nuevaweb/, che è molto interessante da visitare. Si possono anche acquistare souvenir molto carini. La città possiede un enorme parco verde molto curato e molto frequentato per organizzare pic-nic, attività sportive, giochi e lunghe passeggiate rilassanti in riva al fiume Tormes, attraversabile grazie all’imponente ponte di epoca romana. Ci sono alcuni negozi di souvenir che vendono i tipici ventagli di artigianato locale; io ne ho acquistato uno molto bello e originale ad un prezzo non eccessivo.

Cattedrale di Salamanca

La superba Cattedrale di Salamanca, ricca di decorazioni, detta Catedral Nueva, per distinguerla dalla adiacente Catedral Vieja, fu iniziata nel 1513 e terminata nel 1733. E’ in stile gotico, rinascimentale e barocco. Fu restaurata dopo il terremoto di Lisbona del 1755 e, successivamente, negli anni Ottanta-Novanta del ‘900, con l’aggiunta di sculture contemporanee rappresentanti figure significative come la lince iberica a rischio di estinzione, l’astronauta simbolo dell’era attuale, la cicogna di cui si celebrava l’anno internazionale e il drago che mangia un cono gelato. La grande spazialità protesa verso l’alto, la densità decorativa e i colori caldi di questa Cattedrale mi hanno lasciata con il fiato sospeso e con il naso all’insù, intenta ad ammirarla. Magnifica davvero!

2 thoughts on “SALAMANCA/advice for a weekend/consigli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*